IMPRESA DI PULIZIE
SPECIALIZZATA IN
PULIZIE E VERDE CONDOMINIALE
PULIZIE CENTRI SPORTIVI
PULIZE INDUSTRIALI
ASSISTENZA BAGNANTI ACQUE INTERNE

  • impresa di pulizie

assistenza bagnanti

Formato e abilitato dalla Federazione Italiana Nuoto, sezione Salvamento, l'ASSISTENTE BAGNANTI è lo specialista che veglia sulla sicurezza di chi frequenta piscine e stabilimenti balneari marini o lacuali; capace ed esperto negli interventi di soccorso di chi si trova in situazione di pericolo in acqua.

 

Sue funzioni specifiche sono:

prevenire gli incidenti in acqua con una sorveglianza attenta e intelligente; farvi fronte quando avvenuti, mettendo in atto quelle tecniche di salvataggio e di primo soccorso acquisite nel corso di formazione e periodicamente aggiornate

regolare le attività di balneazione vegliando sul comportamento degli utenti

 

applicare e far rispettare le ordinanze della Capitaneria o il regolamento della piscina

verificare periodicamente la chimica delle acque nelle piscine e le condizioni igieniche dell'ambiente.

Le competenze acquisite nel corso di formazione gli consentono di intervenire in modo adeguato per praticare il primo soccorso, anche in caso di asfissia e arresto cardiaco.

 

Il suo lavoro richiede disponibilità per trattare con il pubblico, capacità di rimanere vigile anche quando (grazie anche alla sua azione preventiva) "non succede nulla", ma anche di dar prova di tutta la sua determinazione e competenza nelle situazioni di emergenza.

 

Ha la gravosa responsabilità della sicurezza dei bagnanti: ne risponde in prima persona sia sotto l'aspetto civile che penale;

ha il dovere di mantenere al meglio la forma fisica e l'abilità tecnica con costanti allenamenti e periodici corsi di aggiornamento tecnico.

 

In realtà, ritenendo ovvie le capacità di far fronte a un salvataggio, è sulla abilità di prevenire che si distingue un buon Assistente bagnanti: convincere, cioè, con l'esempio e l'autorevolezza, con simpatia e disponibilità a rispettare gli accorgimenti utili alla sicurezza ed evitare comportamenti potenzialmente pericolosi!

 

Può essere considerato un avamposto di “Protezione civile”, essendo istituzionalmente l’esperto della prevenzione (avendo le conoscenze utili per valutare cambiamenti nelle condizioni meteo, per prevedere gli sviluppi perniciosi di situazioni a rischio…) e il primo addestrato a intervenire in caso di emergenza, anche con manovre “salvavita”.

 

Apposite leggi e circolari ministeriali prevedono la figura dell’Assistente Bagnanti, ne stabiliscono la presenza obbligatoria in ogni struttura di balneazione aperta al pubblico, riconoscono la particolare competenza della FIN nella formazione degli stessi, la validità del titolo FIN per il disimpegno dell’attività, stabiliscono il numero di operatori necessari in funzione delle caratteristiche dell’impianto…

 

Recente la firma del protocollo d’intesa tra Ministero e FIN per l’inserimento della materia ambientale nel corso di formazione: gli Assistenti Bagnanti costituiranno importante supporto alla salvaguardia dell’ambiente.

 

 

Come si diventa Assistenti Bagnanti

Modalità di ammissione al corso

I corsi per Assistenti Bagnanti sono rivolti a chi ha già compiuto 16 anni di età ed è in possesso di ottime capacità natatorie.
Il candidato deve sostenere una prova dinanzi al Fiduciario della Sezione Salvamento o al Maestro di Salvamento delegato dal Fiduciario.Lorem ipsum sit amet etc etc etc

LISTINO PREZZI

Inserisci il sottotitolo qui

Per info e ordini chiamare o mail a

lederacooperativa@gmail.com

335-261919 Loris

 

VADEMECUM

-se si è al corrente di avere infezioni cutanee, diarrea ed altre patologie intestinali evitare di entrare in acqua per non contagiare le altre persone e soprattutto per non rischiare di peggiorare la patologia entrando in contatto con altri batteri;

-farsi sempre una doccia prima di entrare in acqua per far scivolare via dalla propria pelle eventuali residui di sporco e dunque nido di batteri che si sono depositati sulla pelle per evitare di trasferirli in acqua;

– impegnarsi a non ingerire l’acqua della piscina;

– utilizzare sempre una cuffia che possa coprire anche le orecchie;

-indossare sempre ciabatte per arrivare a bordo piscina e subito dopo essere usciti dalla vasca: può infatti bastare anche un solo secondo che la pianta del piede poggi per terra per contrarre diverse infezioni;

– se si devono immergere bambini con il pannolino, lavarli accuratamente e/ o cambiarli lontano dalla vasca e prima di immergerli;

– dopo aver fatto un bagno, una volta usciti, fare immediatamente una


Lorem ipsum sit amet etc etc etc

L'EDERA | 25, Via Marmolada - 26100 Cremona (CR) - Italia | P.I. 01595830199 | Cell. +39 335 261919   - Cell. +39 331 1998630 | lederacooperativa@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy